Pages

sabato 11 aprile 2015

IL MIO PICCOLO ORTO IN CITTA' - L'INIZIO DI UNA NUOVA AVVENTURA

Ho sempre avuto un sogno.
Fin da quando ero bambina ho vissuto in mezzo alla natura, con una madre che ama e ha sempre amato il suo grande giardino ricolmo di piante e fiori. E che si dedica con amore anche al suo orto che è molto originale. Eccolo come si presenta ora, nel mese di aprile


Eppure, solamente quando mi sono trasferita in città, ho sentito la necessità di ricreare un po' di quella natura che mi mancava.
Ho cominciato così ad appassionarmi alle piante, e quale miglior maestra poteva insegnarmi nomi e curiosità botaniche se non mia mamma?
Così, cominciai a far traboccare di natura i miei due terrazzini.
Ma con il passare degli anni sentivo che lo spazio era troppo poco e che avrei voluto cimentarmi nella costruzione di un orto. Ma in città non è cosa facile trovare un orto a disposizione, almeno così credevo.
Quest'anno si sta finalmente realizzando il mio sogno. A due passi da casa un orto in affitto tutto per me, ... e così inizia la nuova avventura di Chiara, un'inesperta ortolana, alle prese con vanga, zappa, rastrello,  che, armata di tanta passione, pazienza e buona volontà, progetterà il suo orto in città...

L'ORTICOLTORE

Il signore gentile
scavava con tanto piacere
che non sembrava possibile
si potesse mai stancare.
Il suo profilo deciso
risaltava, nell'atto dello scavo.
Si assentò per breve tempo,
giusto per risolvere un bisogno.
Ritornò, col badile di ritorno,
senza dissuadersi affatto
per quello ed altri scavi.
Il signore continuò;
ben presto diede un zig zag frenetico,
tanto da battere i piedi per la fretta.
Colpì la terra con le nocche delle dita,
si toccò la fronte,
sollevò lo sguardo al cielo,
ne fu premiato da un piccione...
Consolato, maneggiò alcune sementi,
le sparse in terra con circospezione,
in un silenzio agricoltore.
Sorrise per tre ore,
riposando senza fretta.
Riempì la borsa di profumo
e di verde
e se ne andò,
ciondolando la testa
soddisfatto.
(Poesia scritta da Pietro Bolani)
Per chi volesse leggere qualche altra poesia ecco il link del suo neonato blog: bolaniinversi.blogspot.it

Ecco come si presentava il mio orto a Gennaio




E cominciano le varie fasi di pulizia del terreno




Si comincia a zappare e rastrellare, togliere erbacce


E finalmente si comincia a seminare


e vedere i primi risultati; proprio in questi giorni nascono le prime piantine di piselli


e cresce l'insalata...


Che poi finirà in tavola





Questa pianta di fragola c'era già, ed ora è in fiore...


Ora il mio orto appare così...ma nel frattempo ho seminato: i piselli, i fagiolini rampicanti, la misticanza di lattughe, la bietola da costa, il prezzemolo e lo spinacio della Nuova Zelanda. Non mancheranno i miei amati fiori. E la cosa bella è che ho fatto amicizia con due esperti ortolani che mi dispensano di consigli preziosi, questa mattina il Sig. Enzo mi ha fatto dono di vari semi di fagioli e fagiolini.
Insomma, ora appare così spoglio, ma....non sarà così per molto...
PROMESSA DI CHIARA, L'INESPERTA ORTOLANA



Nessun commento:

Posta un commento